LA PIZZA E LA SUA STORIA - In Cucina con Dani

 

 

 

LA PIZZA E LA SUA STORIA

La Pizza è di certo l’alimento italiano più conosciuto al mondo.
Apprezzata da sempre dagli italiani, è divenuta oggi un punto focale della nostra alimentazione.

Si discute molto su quale tipo di pizza sia la più buona, ma se giriamo per la nostra penisola, ne troviamo di tutti i tipi e di tutti gli spessori.

A Napoli ha il bordo alto, a Roma è molto sottile, a Genova è una focaccia.
Ma da dove nasce la pizza?

Alcuni fatti, portano la sua nascita, intorno al 1600, dall'innegabile piglio culinario del sud Italia, bisognoso di rendere più appetibile il pane. In questo periodo, quella che si mangiava non era la pizza che conosciamo oggi, ma si trattava di pasta per pane cotta in forni a legna, condita con aglio, strutto e sale grosso, oppure, nella versione più "ricca", con caciocavallo e basilico.

Presto l'olio si sostituì allo strutto e l'avvento della pizza così come la conosciamo oggi, avvenne con la scoperta del pomodoro, importato in Europa dai colonizzatori Spagnoli dopo la scoperta dell'America.
Dovremmo, però, aspettare fino a oltre la metà del 1800 per trovare la prima pizza margherita.

Proprio verso la fine dell'ottocento la pizza col pomodoro e mozzarella arriva fino in America grazie agli Italiani che emigrano a New York e viene fatta esattamente come a Napoli, dove si ebbbe la sua approvazione ufficiale nel 1889, in occasione della visita degli allora sovrani d'Italia Re Umberto I e la Regina Margherita.

La storia narra che Raffaele Esposito, il miglior pizzaiolo di Napoli, realizzò per i Savoia tre pizze classiche: la pizza alla Mastunicola (strutto, formaggio, basilico), la pizza alla Marinara (pomodoro, aglio, olio, origano) e la pizza pomodoro e mozzarella (pomodoro, olio, mozzarella, origano), realizzata in onore della Regina Margherita ed i cui colori richiamavano intenzionalmente il tricolore italiano.

La Regina apprezzò così tanto quest'ultima da volerne ringraziare ed elogiare l'artefice per iscritto, l'unico modo per contraccambiare questo gesto da parte del pizzaiolo, fu quello di dare il nome della Regina alla sua creazione culinaria, che da allora per tutti si chiama Margherita.

Dopo la seconda guerra mondiale, la pizza esce dai confini del meridione d'Italia per sbarcare al nord.
Infatti con il boom industriale nel triangolo Milano, Torino, Genova, migliaia di emigranti si spostano con le loro famiglie con i modi, gli usi e costumi a loro pertinenti.

In questo periodo iniziano a proliferare pizzerie fino all'alto Trentino, il Veneto, la Toscana, l'Emilia Romagna e l'Umbria.
Tanto che oggi sono più numerose le pizzerie nel Nord che in meridione d'Italia.

Dal 1989, dopo la caduta del muro di Berlino, la Pizza ha iniziato ad espandersi verso oriente, conquistando dei territori inesplorati.

Molti sono i franchising che sono nati sulla pizza come Sbarro o Pizza Hut, ma noi italiani sappiamo distinguere bene l’origine e la bontà del nostro alimento più famoso.

Altro in questa categoria: MARMELLATA DI FICHI »

In Cucina Con Dani

In Cucina Con Dani trovi: Ricette, Cucina, Made in Italy, Benessere, Salute, Notizie

Iscriviti alla Newsletter di In Cucina Con Dani

Rimani sempre informato con In Cucina Con Dani.

Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze, utilizziamo cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy Maggiori Info